Le valvole a tampone sono usate di frequente nell’industria, in particolar modo vengono impiegate in macchinari ed impianti.

Forse però non si è fatta abbastanza chiarezza sul loro uso e sui benefici che possono apportare in numerose applicazioni industriali.

Vista questa enorme difficoltà, abbiamo provato a fare chiarezza sull’argomento. Nelle prossime righe tenteremo di  esaminare i vantaggi e gli svantaggi delle valvole a tampone e delle valvole a sfera, evidenziando i casi e le situazioni in cui un prodotto risulta più efficace dell’altro.

valvole a tampone vs valvole a sfera

Caratteristiche

Partendo dalle basi, quando parliamo di valvole a tampone ci riferiamo ad un prodotto che si compone di valvola e cilindro pneumatico (integrati tra loro). Quando parliamo di valvola a sfera, parliamo di una valvola composta da corpo più attuatore.

Relativamente all’aspetto economico, nel caso della valvola a tampone, che si parli di una versione normalmente chiusa, aperta o doppio effetto la differenza di prezzo è irrisoria. La quasi totalità delle vendite è composta da versioni normalmente chiuse per la sicurezza che offrono.

Parlando invece di valvole a sfera, per azionarne una a singolo effetto (normalmente chiusa) rispetto ad una a doppio effetto, è necessario che l’attuatore sia di due taglie superiore. In questo caso sarà necessario un esborso economico maggiore per avere la garanzia che, in caso di mancanza di energia elettrica o aria compressa, la valvola provveda a chiudersi da sola.

Prendendo in esame la sicurezza dell’impianto, nel caso delle valvole a tampone la chiusura della valvole con passaggio del fluido sotto otturatore avviene dolcemente. Questo consente di evitare i fastidiosi colpi di ariete nell’impianto, e al tempo stesso permette di evitare che si danneggino ulteriori componenti. Se si verifica un aumento di pressione, il tampone può sollevarsi per poi richiudersi immediatamente, ottenendo un effetto ammortizzatore.

Nel caso delle valvole a sfera, è più complesso evitare il colpo d’ariete, a meno che non si ricorra ad una gestione complicata dell’attuatore. In ogni caso, non è in grado di svolgere una funzione di ammortizzatore.

Come ultima caratteristica, vogliamo parlare di quella che si definisce tenuta ” a bolla d’aria”: nel caso di una valvola a tampone, l’otturatore aderisce alla battuta in maniera talmente precisa che non consente il passaggio neanche alle molecole di aria o di gas più piccole. Questo è dovuto al fatto che l’otturatore è in grado di auto-registrarsi, ovvero di aderire con precisione maggiore alla battuta. 

Nel caso delle valvole a sfera, essendo quasi tutte le guarnizioni in ptfe, non si verifica una tenuta perfetta con i gas. Con il passare del tempo, il problema può accentuarsi.

Manutenzione e malfunzionamenti di valvole a tampone e a sfera

Una prolungata inattività della valvola, potrebbe causarne un malfunzionamento. 

Nel caso della valvola a tampone, questo non avviene nemmeno se l’inattività si verifica per un periodo prolungato e in presenza di fluidi abrasivi o densi. Questo avviene perché la superficie di appoggio della guarnizione con la tenuta è ridotta, evitando il rischio di incollaggio. 

Le cose si complicano un po’ nel  caso delle valvole a sfera. Queste infatti hanno 4 tasche in cui vengono inserite le guarnizioni di tenuta. Le guarnizioni, insieme agli interstizi fra sfera e corpo valvola, offrono un’ampia superficie per l’incollaggio. In alcuni casi, può bastare semplicemente la pausa di un fine settimana. 

In alcuni casi la valvola può funzionare non correttamente. Se si tratta di un tampone, è sufficiente sostituire il cilindro pneumatico completo per avere una valvola come nuova. Non è necessario smontare il corpo valvola dai tubi ai quali è connesso. Questo porta ad un notevole risparmio di denaro e di tempo. 

In macchinari o impianti che comportano un’alta frequenza di lavoro sono consigliati i tamponi, vista la scarsità di tempo che richiedono gli interventi.

Nel caso di una valvola a sfera, se si rende necessario sostituire solamente l’attuatore pneumatico, non ci sono particolari problemi o difficoltà. Le cose cambiano se il problema riguarda le tenute della valvola. In questo caso occorre smontare completamente la valvola dai tubi ai quali è connessa. 

Applicazioni e dimensioni

Per applicazioni con il vapore, ci sentiamo di consigliare vivamente l’uso di una valvola a tampone. Le versioni normalmente chiuse si comportano come una valvola di sicurezza. In caso di pressioni troppo elevate la valvola si apre autonomamente e lascia sfogare l’eccesso di pressione, per poi richiudersi non appena i valori tornano entro i limiti per i quali è stata concepita.

Ci sentiamo di affermare che le valvole a sfera non sono idonee per il vapore per via dei trafilaggi. Inoltre, per avere la stessa sicurezza, occorre dotare l’impianto di una valvola di sicurezza. 

Le valvole a tampone sono un’ottima soluzione anche per applicazioni con il vuoto. Sconsigliamo invece una valvola a sfera per questo tipo di applicazione. 

Nelle applicazioni con gas, aria compressa e vuoto, la valvola a tampone può essere usata al contrario, ovvero con il flusso da sopra il tampone anziché da sotto. Si ottengono, in questo modo, prestazioni
differenti che risolvono brillantemente determinate applicazioni.

L’uso delle valvole a sfera in un senso o nell’altro, invece, non ne modifica il comportamento o le prestazioni.

Volendo parlare di dimensioni, quelle più comuni per una valvola a tampone sono da  1/2” ai 2”-2”1/2.

Molta più scelta offrono invece le sfere, che  generalmente vengono offerte da 1/2” ai 4”-8”.

Conclusioni

In questo breve articolo abbiamo cercato di mettere in luce le differenze tra due tipologie di valvola: una valvola a tampone e una valvola a sfera.

L’obiettivo dell’articolo non consiste nell’affermare che un prodotto sia migliore dell’altro.

Al contrario, abbiamo cercato di mostrare come una valvola a sfera, in determinate occasioni, possa essere sostituita da una valvola a tampone. Rimangono comunque entrambi ottimi prodotti, se usati negli adeguati contesti.

Per eventuali dubbi o incertezze, potete contattare il nostro ufficio tecnico a questo link.

Vi lasciamo a disposizione la tabella di compatibilità.